FoodPro Preloader

Illuminare strade e spazi urbani


Il risparmio energetico che potrebbe a prima vista essere considerato un elemento di modesta importanza nel contenimento dei consumi delle risorse non rinnovabili rientra invece a pieno titolo tra le azioni di sostenibilità energetica poiché risparmiare energia è di per sé una fonte di energia pulita ed economica .
Le Amministrazioni Locali evidenziano tra i costi per energia di maggiore importanza la pubblica illuminazione; la loro azione di sostenibilità diventa pertanto inderogabile.
Siamo consci di questi aspetti e ben consapevoli che la maggioranza delle Amministrazioni Pubbliche si dichiarano sensibili al risparmio energetico in armonia con gli impegni assunti ai diversi livelli politici (internazionali, nazionali e locali), disponibili ad effettuare gli opportuni interventi di riduzione dei consumi energetici con l’introduzione di nuove tecnologie e di soddisfare contemporaneamente le necessità degli abitanti delle loro città, quartieri, frazioni  attraverso un adeguato servizio di illuminazione.
Oltre al risparmio energetico si somma l’impegno da parte delle Amministrazioni Comunali di attuare le norme emanate dagli organismi nazionali e regionali per la riduzione dell’inquinamento luminoso.
Proponiamo pertanto la progettazione, la realizzazione e la ristrutturazione di nuovi impianti di pubblica illuminazione o la semplice sostituzione di corpi illuminanti con sorgenti a LEDs (lampade allo stato solido) prodotti e sistemi innovativi di illuminazione che utilizzano la tecnologia dei semiconduttori (Light Emitting Diode) che soddisfano appieno entrambi gli aspetti sia del contenimento dei consumi energetici sia dell’ illuminazione.
Le lampade a stato solido e i corpi illuminanti che realizziamo, sono sostitutivi delle lampade tradizionali ad incandescenza (GLS, Reflector, alogene) e a scarica in gas (fluorescenza, sodio alta e bassa pressione ecc…).
Sono realizzabili in tutta la gamma cromatica con possibilità di miscelazione dei colori (luce dinamica – RGB) per nuovi effetti cromatici e luminosi, e realizzano risparmi energetici che possono raggiungere l’80%, ed una vita media di oltre 50.000h (dato confermato dai produttori primari di LEDs).
La relativa manutenzione (con sostituzione delle lampade) è 5 volte inferiore a quella richiesta dalle lampade attualmente in uso.

La tecnologia a stato solido consente soluzioni innovative, dalla semplice sostituzione dei corpi illuminanti già installati a nuove soluzioni ed applicazioni con forme di design ad oggi non realizzabili.
Si tratta quindi di prodotti innovativi, progettati con criteri di robustezza, versatilità, economicità, sicurezza (l’alimentazione dei corpi illuminanti è effettuata in bassissima tensione di sicurezza (15÷42 VDc) con alimentatore separato 230 VAc da cablare esternamente). idonei a numerose situazioni d’uso.
I nostri prodotti si basano su tecnologie proprietarie e brevettate che permettono il contenimento dimensionale dei corpi illuminanti e una minima presenza di calore sulle sorgenti quindi una migliore efficienza luminosa (lm /W).
Abbiamo svolto uno studio per conoscere la situazione attuale dei rendimenti illuminotecnici degli impianti di pubblica illuminazione, efficienza delle lampade e relativo illuminamento (lux).
Da prove effettuate comparando strumentalmente l’illuminamento prodotto sul piano stradale degli attuali sistemi di illuminazione e quello dei nostri sistemi di illuminazione abbiamo rilevato prestazioni similari.
Dato per cui l’offerta dei nostri prodotti come CityLED™ sono graditi per l’elevato risparmio energetico comparato all’illuminazione ad oggi erogata.
Inoltre nella tecnologia allo stato solido bisogna considerare che il decadimento del flusso luminoso risulta molto contenuto rispetto alle lampade tradizionali.
Rispetto a tutte le sorgenti tradizionali, le sorgenti a LEDs hanno una elevata gamma cromatica disponibile, con temperature di colore che vanno da 2800° a 8.000° Kelvin per il bianco; si può quindi definire in questo modo con quale tonalità illuminare.
La possibilità di regolare l’angolo di emissione attraverso adeguati diffusori ottici consente di gestire la luce là dove questa è necessaria, di non disperderla e soprattutto non sprecarla.
L’orientamento dei nostri corpi illuminanti risolve i problemi relativi all’emissione verso il basso della luce ai fini della riduzione dell’inquinamento luminoso.
Si evita l’utilizzo di sistemi di rifrazione e riflessione della luce. Questi ultimi comportano inoltre notevoli sprechi di potenza.
E’ superfluo spiegare che il flusso luminoso erogato attraverso dispositivi ottici di riflessione o rifrazione è inferiore rispetto a quello della sorgente primaria.

I risparmi meno evidenti ma altrettanto importanti dei nostri prodotti riguardano la eco compatibilità, la bassa produzione di rifiuti, i minori consumi di materie prime.
L’elevata riciclabilità dei materiali è un’ulteriore caratteristica a favore della scelta di CityLED™.
Il payback time (tempo di ritorno dall’investimento iniziale) come per la maggiore parte delle nuove tecnologie è stimato da 2 a 5 anni. Quando si supera il periodo che consente l’ammortamento si ha un ritorno economico a vantaggio sia dell’investitore sia della comunità.
Naturalmente nel pensare a nuove soluzioni illuminotecniche nella fase progettuale ed esecutiva saranno da prendere in considerazione alcuni elementi come:

  • La distribuzione delle sorgenti
  • La qualità della luce
  • La quantità di luce
  • Quale ambiente illuminare
  • A quale scopo
  • Per quante ore in media la sorgente rimarrà accesa;
  • Se nuovo impianto o impianto già esistente.

L’eccessiva illuminazione rischia di creare un degrado ambientale e di compromettere la qualità della vita dei nostri giorni e quella del futuro.
Gli impianti di illuminazione debbono essere installati laddove sono veramente indispensabili e con i dovuti accorgimenti, magari riducendone l’intensità quando non si ha bisogno di eccessiva potenza, in modo da ottenere tutti i risultati sopra esposti.
Caratteristica importante dei nostri prodotti è la sicurezza.
Infatti le particolari caratteristiche di alimentazione dei corpi illuminanti, che tollerano una caduta di tensione percentuale anche del 60% senza degrado della emissione luminosa, permettono di realizzare la distribuzione elettrica in “bassissima tensione di sicurezza SELV”  come  definita dalle Norme CEI 64.8 (ovvero con tensione non superiore a 50V ca generata da trasformatore di sicurezza).
Il sistema SELV garantisce un elevatissimo livello di sicurezza verso il pericolo dei contatti diretti ed indiretti e per questo motivo viene impiegato in ambienti a maggior rischio.
Pertanto, anche in presenza di sollecitazioni distruttive degli impianti (atti di vandalismo, manomissioni, urti meccanici violenti, ecc.) eventuali conduttori della linea elettrica risultanti scoperti non sono in grado di produrre situazioni di pericolo nei confronti delle persone e degli animali. E ciò non è da poco per  impianti accessibili al pubblico.
Peraltro, l’impiego della bassissima tensione di sicurezza  SELV non richiede l’impianto di terra né l’utilizzo di dispositivi differenziali, con riduzione dei costi e semplificazione circuitale.
Oltre a prodotti funzionanti in bassissima tensione di sicurezza, produciamo sorgenti operanti anche in bassa tensione 230Vac.