FoodPro Preloader

Illuminare monumenti e centri storici


Oggi più che mai la luce fa parte del recupero storico architetturale delle nostre città e dei nostri paesi. Sapere dosare ed utilizzare la luce per rendere più vivibile l’ambiente, utilizzare la luce come elemento di arredo senza eccessi sia su nuovi impianti, sia su ristrutturazioni, sia su lavori personalizzati è la nostra specializzazione.
Le sorgenti allo stato solido diventano un elemento prezioso sia per il risparmio energetico sia per la possibilità di integrazione all’ambiente, evitando di far diventare i corpi illuminanti degli oggetti di arredamento impropri o a volte inadeguati.

I LEDs diventano strumenti per la luce dinamica RGB che cambia colore per modellare gli oggetti da illuminare, per farne risaltare ipregi, per non abbagliare e lasciare agli occhi e alla mente la possibilità di interpretare.
I corpi illuminanti proposti con tecnologia a LEDs KLEOS consentono di installare pali con scarso impatto ambientale in  strade di non elevata percorrenza, lungo piste ciclabili ed in particolare nelle zone artistiche dei centri storici, nei borghi di paese in modo che le sorgenti luminose diffondano la luce soffusamente ed adeguatamente, dall’alto verso il basso, per illuminare i percorsi, per fare risaltare la bellezza dei monumenti, degli scorci caratteristici e risaltare il profilo degli edifici ed il cielo.

L’architettura della luce non la semplice componenteilluminotecnica del progetto a giustificazione delle scelte a monte ma ne costituisce elemento portante che qualifica e definisce l’intervento. Nell’illuminazione delle opere d’arte la qualità della luce disegna e restituisce la lettura autentica dell’oggetto artistico. Nell’illuminazione dell’architettura e degli spazi da essa determinati, la luce regola la definizione delle superfici, bilancia la profondità dei piani, individua i particolari, dà valore ai pieni ed ai vuoti. L’architettura della luce disegna le forme e dà profondità allo spazio.